The Waterfall: Gian Franco Spotti (Italian translation)

LA CASCATA

Translation of Lasha Darkmoon’s The Waterfall

Niente aveva di una normale cascata.
in tumultuose correnti fummo
portati piangenti alla fine del mondo

Qualcosa di segreto sussurrava
il suo monito all’orecchio:
Non cadere un’altra volta! Rinuncia
del cascar al rapito piacer!

Cadere, cadere, cadere
come foglie spinte dal vento, come pesci
in questo ribollir di selvagge acque
c’erano di chiunque i desideri!

Abisso di ribollenti acque,
sotto sta la sua bellezza,
il gorgoglio, l’ondeggio, la bramosia-
l’amore di tutto ciò che è laggiù

E sobbalzando venne una barca,
in senso opposto sobbalzando-
lontano dalle scure cateratte
e dal pericoloso dì.

Nella barca sedeva uno
e allungandoti la mano
in quelle selvagge acque-
un angelo da lontano!

Fuori  dal nero abisso
di acque  egli trascinò
il tuo corpo e la tua anima malata
portandoti alla salvezza

e tutti gli altri sulle
rombanti cascate
balzando in estasi
giù per le acquose mura

giù nelle rocce sottostanti
giù sulle pietre singhiozzanti
giù sui chiodi sanguinanti
giù sulle frantumate ossa

Like this? Share it now.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on RedditShare on TumblrBuffer this pageEmail this to someonePrint this page