Germania: L’epidemia dello stupro agito dai migranti: La discesa nella follia

Germania: l’epidemia dello stupro agito dai migranti:
La discesa nella follia

LASHA  DARKMOON

Traduzione e sintesi Cristina Bassi 

'Do Not Go Outdoors Alone!'

“Non è mai accaduto prima che, in tempi di pace le donne di una nazione venissero assalite e stuprate su scala cosi industriale, di tutte le età, da infanti a ultrasettantenni.”

Credo che la piu’ parte delle persone, non ne sappia nulla o quasi di quel che sta veramente avvenendo in Germania: la crisi degli stupri quotidiani per mezzo dei migranti…. Dunque traduco e sintetizzo questo articolo, di autrice americana – o autore: il nome non definisce chiaramente- che esorta infine gli Americani a non permettere che accada lo stesso a casa loro.

Apprendo dal sito dell’autore, che si firma con lo pseudonimo Dr. Lasha Darkmoon in quanto le sue posizioni di pensiero non conforme le avrebbero causato problemi…

I “sinistri” (di slogan politico e di fatto) di casa nostra, che ci ripetono quanto siamo fortunati ad “ospitare queste risorse”, al meglio non sono nella realtà e, al peggio, non sono registrati su frequenze umane. Perseguono altri programmi. Sono indifferenti alle sofferenze, alle angosce, agli shock e alle conseguenze disastrose su psiche e corpo. Per questo è facile per loro chiamare la guerra, ”operazione di pace” o di “liberazione” e “gestione umanitaria”, l’incredibile business della tratta umana.

Io ricevo da qualche tempo i post Facebook del giornalista tedesco Ulfkotte , che già si smarcò dal giornalismo mainstream, denunciandone la corruzione, il quale tuona regolarmente su questo tema delle violenze sessuali in Germania (veramente inquietante…).

Tuttavia…la Vita, la Realtà è molto di piu’ di questa finzione in cui siamo prigionieri da tempo e l’essere umano è molto di piu’ che un a “commodity” (un bene) di uno stato, ma senza il salto della percezione (andare oltre la identificazione nei 5 sensi) e l’impiego della Coscienza… impossibile vedere altro che questo delirio e impossibile quindi manifestare un’altra realtà, pur possibile.


Merka

La Merkel è a rischio di imminente crollo nervoso ed ora rappresenta un pericolo per la Germania.”
— Hans-Joachim Maaz, massimo psichiatra tedesco e autore di best-seller

L’incredibile numero di crimini sessuali commessi in un solo mese in Germania (luglio 2016) da parte di immigranti non-bianchi, ci danno un’idea della vastità di questo problema su base annua. Non è mai accaduto prima che, in tempi di pace le donne di una singola nazione venissero assalite e stuprate su scala cosi industriale. Femmine di tutte le età, da infanti a ultrasettantenni …sono incluse in queste cupe statistiche.

La piu’ parte delle vittime sono giovane, piuttosto che vecchie; i loro aggressori, di tutte le età, sono quasi sempre dei single che vengono timidamente descritti nei documenti ufficiali come “meridionali” o piu’ audacemente come “stranieri dalla pelle scura”

Consentitemi ora di inserire a questo punto la prima delle tre liste di crimini sessuali commessi da immigranti in Germania nel solo mese di luglio 2016. Le tre date sono state scelte a caso con intervalli regolari di 10 giorni: 1° luglio, 10 luglio e 20 luglio. [ne cito solo 1, alla fonte dell’articolo il resto, ndt] . Vi daranno una notevole idea di cio’ che sta accadendo in Germania di questi tempi.

Dettagli per il 1° di luglio 2016.

25 enne pakistano violenta una 15enne in una piazza pubblica a Perleberg. Un “tipo del sud” (südländischer Typ) violenta una giovane donna a Norimberga.
Un “uomo dalla pelle scura” (dunkelhäutig) palpeggia una 15enne a
Magdeburg.
Un 34enne migrante ha fatto esibizionismo davanti ai passanti a
Oldenburg.
Un uomo che parla a stento il tedesco ha violentato una 20enne a Ibbenbüren.

La polizia è alla ricerca di un “uomo dalle sembianze meridionali” (südländisch aussehende Mann) che ha assalito sessualmente un 73enne che portava a passeggio il suo cane a Sindelfingen. L’uomo è apparso da dietro e afferrandogli i genitali ha chiesto di fare sesso. L’uomo ha cercato di sfuggire tentando di entrare nella sua auto parcheggiata, ma il migrante ci è saltato dentro ed è scappato via solo quando un passante che portava a passeggio i suoi 3 cani, si è avvicinato alla macchina parcheggiata

Un 32enne migrante afghano fotografa 2 ragazze,12 e 14anni, che nuotavano nel fiume Iller a Illertissen. Uscite dall’acqua, l’uomo ha offerto loro del denaro in cambio di sesso.
(See Appendix, here)

L’assalto sessuale ad un pensionato 73enne da parte di un richiedente asilo uomo, non è solo fatto altamente eccezionale, ma probabile non abbia precedenti negli annali della storia tedesca. Ragazzini attraenti appaiono spesso essere gli oggetti dell’ardore sessuale dei migranti, specialmente nelle piscine, ma… barcollanti e rugosi attempati ultrasettantenni?

L’affermazione che queste orde di violentatori dei paesi lontani siano “rifugiati disperati” puo’ essere subito stroncata come totale idiozia

I fuggitivi disperati che scappano dalla persecuzione nei loro paesi, non ripagano i loro nuovi ospitanti violentando le loro donne, appena mettono piede nel nuovo El Dorado Europeo, mentre stanno mendicando asilo. Questa idea mostra auto-contraddizione. E’ assurda. Costoro sono invasori. Questo il fatto puro e semplice.

Che questi sciami in arrivo dal Terzo Mondo siano “musulmani” o meno , sembra comunemente cosa irrilevante, almeno per “il giornalismo-da-prostituzione” (presstitutes) del mainstream, quello della comunicazione “ufficiale”.

Non solo si tentano ridicoli sforzi per  sopprimere l’origine etnica dei criminali—troppo candore viene visto per “razzismo”- ma si fanno a volte anche tentativi ipocriti, per dare l’impressione che i criminali possano essere bianchi. (Si veda here)

Occorre sottolineare nel nome della accuratezza, che la piu’ parte di questi migranti giungono da paesi dove l’Islam è la religione ufficiale, ovvero Siria, Iraq, Afgahnistan, Pakistan, Iran, Turchia e vari Paesi africani.

La piu’ parte dei buoni Musulmani vorrebbe probabilmente rinnegare questi Musulmani “cattivi” , affermando che sono Musulmani fasulli o solo di nome Ma diventa sempre piu’ difficile sostenere questa argomentazione se le stesse persone che sono responsabili della pletora di crimini sessuali elencanti nell’articolo (e accuratamente documentati nei rapporti della polizia) sono anche frequentatori regolari di moschee, osservano il Ramadan, leggono il Corano, vietano il maiale, sostengono la legge della sharia , insistono sul fatto che le loro donne restino velate ed urlano “Allahu Akbar!” nei momenti di alta tensione.

Secondo un recente rapporto del Gatestone Institute, i predatori sessuali che vengono da paesi stranieri si possono ora trovare dietro ogni angolo. Nessun tedesco è al sicuro da un attacco in questo manicomio multiculturale

“Durante il mese di luglio 2016, centinaia di donne tedesche e di bambini sono stati violentati da migranti. La vittima piu’ giovane aveva 9 anni e la piu’ vecchia 79. Gli attacchi sono avvenuti in spiaggia, sulle piste ciclabili, nei cimiteri, nelle discoteche, nei supermercati , nei festival musicali, nei silos dei parcheggi, sui campi di gioco, nelle scuole, nei grandi magazzini, sui taxi, sui trasporti pubblici (bus, tram, intercity e metropolitane), nei parchi pubblici, sulle pubbliche piazze, nelle piscine pubbliche, nelle toilettes. I predatori sono in agguato ovunque, non c’è sicurezza da nessuna parte” — Si veda : “Germany’s Migrant Rape Crisis Spirals out of Control: Suppression of data about migrant rapes is ‘Germany-wide phenomenon.’” by Soeren Kern (August 9, 2016) [La crisi tedesca per gli stupri dei migranti è ormai una spirale fuori controllo : la soppressione di dati sugli stupri dei migranti è un ampio fenomeno in Germania, ndt]

(…) I crimini sono classificati in varie modalità:

(1) molestia sessuale di basso livello
(2) fissare rozzamente le donne sui treni, nelle sale d’aspetto etc
(3) rozzi gesti con le dita, movimenti osceni di lingua, rumori offensivi (4) staccare bottoni
(5) Abuso verbale accompagnato da oscenità (See Appendix, July 23: “We will f**k you, lady!”).
(6) fotografare con i cellulari le donne da sotto le gonne
(7) fare esibizionismo osceno
(8) esibizionismo osceno accompagnato da masturbazione
(9) palpeggiare le donne
(10) palpeggiare le donne in bande di migranti. Questa modalità è cnota cometaharrush attacks. (taharrush gamea = “molestia di gruppo” in Arabo; taharrush gamea el-ginsy = group sexual harassment).
Tali attacchi sono stati lanciati contro le donne occidentali in Egitto, Germania, Svezia e altrove.
(11) obbligare alla fellatio.
(12) violenza nell’asssalto sessuale
(13) far ubriacare le donne o aggiungere alcol nelel loro bevande ai bar, con la droga per lo stupor Rohypnol, preliminare per poi violentarle mentre perdono i sensi.
(14) stupro semplice, senza extra violenza, a cui la donna si sottomette passivamente piuttosto che rischiare di essere sfigurata o di venire uccisa.
(15) stupor violento con grave danno sul corpo
(16) stupro di gruppo
(17) stupro di gruppo seguito da omicidio.

(…) Il problema si è ora diffuso in città e cittadine dei 16 stati federali della Germania. Il vero numero di migranti potrebbe eccedere presto i 10milioni. E qualcuno crede che la popolazione musulmana della Germania sia sulla strada per quadruplicare e diventare  una cifra shockante di 20 milioni entro il 2020.”

N24 television news riporta che fino al 50 per cento dei richiedenti asilo che arrivano in Germania, si sono dati alla macchia e le loro generalità sono sconosciute alle autorità tedesche. Che significa tutto questo? Che ci sono molti migranti illegali in Germania che hanno evaso le statistiche ufficiali.

(…) Non credo che Orwell avesse previsto questo superstato multiculturale. Questo è qualcosa di nuovo. Tutto cio’ di cui possiamo essere certi è che questo Eurostan – il nuovo superstato europea in corso di formazione- sarà una distopia multiculturale stracolma di guerre razziali, bande di stupratori, bassa manodopera straniera, diffusa disoccupazione per la minoranza bianca espropriata , capi che fanno bullismo, lavoratori sottomessi, prigioni stracolme, ricchi e facoltosi avvocati, politici psicotici, sorveglianza dello stato di polizia, notizie inventate, attacchi false flag, famiglie demoralizzate, bambini disfunzionali, scuole per cretini, suicidi di massa, malattie costruite, perversioni, dipendenze da droghe, gioco d’azzardo, prostituzione, pornografia, serial killer e intrattenimento idiota non stop per le masse zombificate .

(…) Mi sento travolto da questo elenco di crimini e mi chiedo: Angela Merkel sta impazzendo per aprire i cancelli della Germania a questa gente del Terzo Mondo? Forse i tedeschi stanno soffrendo dello stesso tipo di psicosi collettiva che li spinge a dare il benvenuto a braccia aperte ai killer della loro stessa razza? Cosi sembrerebbe.

QUOS DEUS VULT PERDERE — PRIUS DEMENTAT!
[A quelli che vuole rovinare, Giove toglie prima la ragione” (Euripide)]

Che dio aiuti il mondo se questa pazzia collettiva che ha infettato gli Europei dovesse farsi strada nell’Atlantico e mettere in ginocchio l’America.

Fonte:
http://www.theoccidentalobserver.net/2016/09/the-migrant-rape-epidemic-in-germany-and-the-descent-into-madness/traduzione e sintesi Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

Like this? Share it now.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on RedditShare on TumblrBuffer this pageEmail this to someonePrint this page

Lasha Darkmoon

Dr Lasha Darkmoon (b.1978) is an Anglo-American ex-academic with higher degrees in Classics whose political articles and poems have been translated into several languages. Most of her political essays can be found at The Occidental Observer and The TruthSeeker. Her own website, Darkmoon.me, is now within the top 1 percent of websites in the world according to the Alexa ranking system.

3 thoughts on “Germania: L’epidemia dello stupro agito dai migranti: La discesa nella follia

    1. WE have to occasionally have articles in Italian to appease Ryckaert, Peter O . If he doesn’t hear Italian spoken on a regular basis he comes down with the delirium tremens, 🙂 .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *